C’era una volta piazza Europa

 C’era una volta un posto a Catania amato da tanti cittadini. Una piazza a pochi passi dagli scogli neri e dal mare azzurro. 

C’era una volta questa bella piazza e, attraversando la strada, andando verso il mare, una piazzetta dedicata a Leonardo Sciascia. 

C’era una volta la piazzetta e il gelataio e vi erano degli scalini che accedevano a un altro spiazzo. 

C’era una volta gente che passeggiava, che portava il cane o ci stava con la propria famiglia, chi ci andava con un libro o un taccuino per scrivere.

C’era una volta chi andava ad ammirare l’alba e chi, dopo una scampagnata in montagna, approdava lì a raccontare quante volte, in solitudine, si era fatta tutto il corso Italia per poi sedersi lì, fumarsi una sigaretta e ammirare Catania.

C’era una volta una ragazza (studentessa fuorisede) che nei giorni di solitudine perchè erano tutte andate dalle proprie famiglie, percorreva mezza città a piedi e poi se ne stava lì a chiacchierare con le onde che s’infrangevano sugli scogli. Oppure (già laureata) ci andava così, per ispirarsi e ritornando a casa passava da un bar, si prendeva un caffè e sentendo squillare il telefonino non rispondeva perchè chi stava a telefonare era un rompipalla!

C’era una volta un progetto e il parcheggio da costruire proprio a piazza Europa.

C’era una volta chi il progetto lo fece trasformare in cantiere

C’era una volta… che così la Nostra piazza Europa si trasformò in questo obbrobrio!

 

Il muretto

  

Lavori fermi da tempo

 

About these ads

8 pensieri su “C’era una volta piazza Europa

  1. Purtroppo è qualcosa che sta accadendo, grazie a chi ci amministra, in molte città della nostra bella Italia. Anni fa si pensava che fosse fondamentale creare isole pedonali, oggi si crede di dover dare la priorità alla costruzione di parcheggi o mostri di cemento. In questo periodo anche nella mia città, Campobasso, l’amministrazione ha deciso di riaprire alla sosta selvaggia il centro storico, con la scusa di voler aiutare i commercianti della zona nelle loro attività. Il rsultato, oltre ad un caos incredibile, è uno scollamento cittadino tra intere fette di popolazione e i politici governanti, oltre che una guerra tra poveri tra commercianti e fautori delle isole pedonali. Nessun altro risultato di rilievo è stato ottenuto, se non amareggiare quanti guardano la propria città, come nel tuo caso, e si sorprendono nel non riconescerla…

    Mi piace

    • Idem qui da noi… purtroppo la situazione è così da più di quattro anni, da quando l’ex sindaco, Scapagnini, ha fatto di Catania un enorme parcheggio circondato da rotatorie e l’attuale sindaco non può fare nulla perchè, forse, indietro non si torna, ma non essendoci i soldi, si preferisce la stasi completa.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...